Cosa Propone 2014-06-26T11:12:37+00:00

L’Associazione Nevè Shalom nel Mondo – onlus si costituisce il 25 settembre dell’anno 2001 ad opera di un gruppo di volontari, diversi dei quali già da anni impegnati a promuovere interventi di solidarietà a favore delle categorie sociali più a rischio d’emarginazione e in situazioni di disagio quali alcolisti, tossicodipendenti, donne e minori in difficoltà e persone con disagio psichico, all’interno delle Comunità OASI 7 fondate dal cappuccino Padre Antonio Zanotti.

L’art. 2 dello Statuto dell’Associazione sottolinea ed identifica gli scopi specifici del gruppo:

“L’Associazione ha lo scopo di rafforzare i vincoli di amicizia tra l’Italia e l’India, promuovendo e realizzando progetti di sviluppo e di auto-sufficienza nelle aree più povere del subcontinente. Al fine di sensibilizzare l’opinione pubblica italiana su questi temi, l’Associazione intende organizzare seminari e conferenze, produrre materiale audiovisivo e pubblicare un bollettino informativo.

L’Associazione potrà promuovere e realizzare programmi di cooperazione e solidarietà internazionale finalizzati:

– al soddisfacimento dei bisogni primari, e in primo luogo alla salvaguardia della vita umana;

– all’autosufficienza alimentare e alla crescita economica sociale e culturale dei paesi che versino in stato di necessità;

– all’attenzione e al consolidamento dei processi di sviluppo e al miglioramento della condizione femminile e dell’infanzia;

– alla promozione di un dialogo e di un interscambio di valori tra comunità locali, alla comprensione di identità culturali diverse e alla diffusione di una maggiore sensibilità verso i problemi e le condizioni di sottosviluppo presenti nel mondo.

Essa non ha fini di lucro e persegue finalità esclusivamente di solidarietà sociale”.

L’Associazione è regolarmente iscritta presso l’Agenzia delle Entrate, Direzione Regionale della Lombardia.

interventi realizzati:
– costruzione e avviamento del Centro di Formazione Professionale “Jaisal” nei pressi di Eluru (Andhra Pradesh) in collaborazione con la Diocesi locale, rivolto a giovani disoccupati o a rischio di esclusione sociale;

– costruzione casa: “Joyfull Walking People” (Gioioso Popolo in Cammino), destinata all’accoglienza dei volontari italiani che vogliono vivere un’esperienza in loco;

– costruzione e avviamento del laboratorio per corsi di scultura e pittura di oggettistica in legno;

– costruzione villaggio “Lino Colony” costituito da 6 casette donate ai dipendenti del Centro Jaisal;

– avviamento del doposcuola presso il Centro per circa 200 bambini dei villaggi limitrofi;

interventi in fase di realizzazione:
– costruzione nuovo edificio il cui scopo sarà quello di offrire agli studenti un nuovo refettorio ed una nuova cucina; al secondo piano ci saranno nuove camere per ospitare un maggior numero di ragazzi e, inserita nello stesso, ci sarà una sala adibita a pronto soccorso. Quest’ultimo, oltre a servire gratuitamente la popolazione dei villaggi limitrofi, sarà sede di un nuovo corso per formare del personale paramedico in grado di portare aiuto sanitario direttamente nei villaggi